Non categorizzato

I NOSTRI PROGETTI PER IL FUTURO

MADAGASCAR

EDUCAZIONE

In Madagascar il nostro impegno per garantire un’istruzione di qualità ai bambini non conosce sosta. La situazione socio-economica della popolazione è, se possibile, sempre più difficile e precaria, per questo oltre al consueto supporto a scuole e bambini, diventa fondamentale lavorare con gli adulti, per sostenerli e renderli consapevoli dell’importanza dell’istruzione per poter migliorare le condizioni future delle proprie famiglie. Nel corso dell’anno sono state 25 le scuole, di Antananarivo e Manakara, con cui abbiamo collaborato e che a settembre hanno visto l’iscrizione di 8.205 bambini.

I Centri di ascolto realizzati negli anni scorsi rappresentano, per genitori e bambini, un importante punto di riferimento all’interno delle scuole. È grazie a loro che in Capitale sono stati individuati e assistiti 1.127 bambini altamente vulnerabili: con il contributo per il pagamento delle tasse scolastiche abbiamo consentito loro di continuare a frequentare le lezioni. I positivi risultati ottenuti hanno portato il Ministero dell’Istruzione a concertare la sperimentazione del primo Centro di ascolto nella scuola pubblica. Quest’esperienza pilota è prevista per il 2024.
Infine grazie al progetto “Famiglie vulnerabili” sono stati ristrutturati gli ambienti di due scuole primarie. Le 6 aule rinnovate permettono di accogliere 160 allievi.

A fine dicembre si concluderà il progetto “Les enfants citoyens” che in questi ultimi tre anni, con la collaborazione delle 10 scuole che sosteniamo, ha rafforzato i diritti dei bambini di Manakara. Grazie alle sensibilizzazioni e al lavoro svolto con le istituzioni, il tribunale ha provveduto alla registrazione retroattiva dell’atto di nascita di 691 bambini. Nei tre anni di progetto i bambini complessivamente raggiunti sono così stati finora 1.415. Si tratta di un importantissimo documento che oggi permette loro di sostenere l’esame di licenza elementare mentre negli anni a venire sarà la base per poter diventare cittadini a tutti gli effetti.

È inoltre partita l’attività sperimentale di alfabetizzazione per adulti, attraverso una nuova modalità interattiva e multimediale che rende più intuitivo ed efficace l’apprendimento. I risultati della prima classe che lo sta utilizzando sono molto incoraggianti: insegnanti e genitori stanno dimostrando un grande apprezzamento per questa modalità che per il Madagascar può essere definita rivoluzionaria.

SALUTE

Nella regione Fitovinany si è allargato il raggio di azione del progetto “Lebbra: prevenzione e cura”, sono infatti 9 i nuovi Comuni in cui quest’anno sono stati realizzate le formazioni per il personale dei Centri Sanitari di Base e dove la nostra equipe di Manakara si è recata per effettuare gli screening.
Con i nuovi malati individuati son ora 85 i pazienti in cura e visitati regolarmente dal personale sanitario nella terapia e nel loro percorso verso la guarigione.

Nel 2023 il sostegno alla Fondation Medicale di Ampasimanjeva è stato esteso alla realizzazione del progetto “Ero malato…” un intervento che prosegue l’ormai decennale percorso di riqualificazione dell’Ospedale.

ALBANIA

SVILUPPO RURALE

In Albania si avvia alla conclusione “RURAL-YOU”, un progetto che da tre anni sostiene la partecipazione dei giovani alla vita sociale, economica e politica delle comunità rurali nelle regioni di Scutari, Kukes e Diber. Nel 2023, grazie al supporto tecnico e finanziario assicurato, 14 giovani hanno potuto sviluppare i propri progetti nei settori dell’agricoltura, del turismo sostenibile e della tutela dell’ambiente rurale. Questi giovani, consapevoli di essere parte attiva per lo sviluppo della comunità, possono ora guardare al futuro senza essere costretti ad abbandonare i propri territori.
Altro risultato che genera fiducia nel mondo giovanile albanese è stato il riconoscimento del Rural Youth Hub, piattaforma di attivismo giovanile, da parte dalle autorità albanesi. A marzo i membri si sono riuniti per formalizzare la loro aggregazione e stabilirne la governance. La formalizzazione del Rural Youth Hub, in quanto organizzazione non governativa e no profit, è fondamentale perché così che i giovani albanesi appartenenti al mondo rurale possano far sentire la propria voce e contribuire al processo di adesione del Paese all’Unione Europea.

Sono entrate nel vivo le attività del progetto “RURALBANIA”, che sostiene e promuove le produzioni agricole tradizionali nelle aree rurali dell’Albania del nord. Il 2023 è stato caratterizzato dalla formazione e dallo scambio fra gli agricoltori albanesi e gli esperti di CIA–Agricoltori Italiani. Nel mese di febbraio dieci tecnici e operatori delle associazioni agricole partner ADAD Malore e AgroPuka hanno partecipato ad una visita studio in Piemonte al Centro di Assistenza Agricola (CAA) di Verbania affinché anche l’Albania possa dotarsi di sportelli ispirati ai CAA italiani. Esperti dell’Agripool Cia hanno poi effettuato 4 missioni in Albania per tecnici pubblici e privati delle filiere dei piccoli frutti di montagna, apicola, dell’allevamento ovicaprino, con formazione teorica in aula, attività pratiche e consulenze sul campo.

KOSOVO

TURISMO SOSTENIBILE

Nel territorio delle Montagne Maledette proseguono a pieno regime le attività del progetto “NATURKOSOVO” per consolidare, valorizzare e promuovere le risorse naturalistiche, turistiche e culturali del sentiero della Via Dinarica.
Nel corso dell’anno esperti, formatori e tecnici di CNSAS-Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, CAI–Club Alpino Italiano e AITR-Associazione Italiana Turismo Responsabile si sono recati in Kosovo per contribuire all’istituzione di un sistema di soccorso alpino sicuro e affidabile, promuovere un turismo che sia rispettoso del patrimonio naturale, storico e culturale del territorio, definire e manutenere le tratte di tutto l’itinerario escursionistico.

Una delegazione di operatori kosovari ha effettuato una settimana di visita nell’appennino tosco-emiliano sulla Via degli Dei per studiare e toccare con mano lo sviluppo delle strategie di valorizzazione e promozione delle aree montane.
Questa estate è stato lanciato un bando per l’assegnazione di sovvenzioni a micro e piccole imprese locali, sono un centinaio le domande pervenute.

EDUCAZIONE DELLA PRIMA INFANZIA

Nel 2023 si è concluso il progetto “PEDAKOS”, che negli ultimi tre anni ha accompagnato 15 scuole dell’infanzia in un percorso di cambiamento ed evoluzione. Per disseminare le buone pratiche e gli insegnamenti assimilati le scuole hanno aperto le loro porte a insegnanti di altre scuole del Kosovo. Durante questi seminari conclusivi i principali temi affrontati sono stati: la centralità della riorganizzazione degli ambienti e del materiale educativo, il valore della documentazione e l’importanza del coinvolgimento dei genitori nelle esperienze educative. L’ultima di queste attività è stata organizzata dalla scuola Margherita Kids, ne siamo particolarmente contenti, poiché Margherita Kids/CIPOF sono nati dai nostri primi interventi in ambito educativo in Kosovo.

Anche il lavoro per il rilancio del Collegium Nazionale delle Istituzioni Prescolari del Kosovo ha dato i suoi frutti: il Ministero dell’Educazione ha formalmente istituito il nuovo Collegium. Si tratta di una realtà dove converge il mondo educativo del pubblico e del privato che promuove i diritti dei bambini nelle scuole dell’infanzia e la qualità nell’educazione prescolare.

A Prizren abbiamo inoltre sostenuto le Suore Angeliche di S. Paolo nella ristrutturazione ed ampliamento degli spazi educativi della scuola Nena Kabrini.

L’intervento ha permesso di ammodernare gli ambienti della scuola e ampliare l’offerta di servizi educativi di qualità per la prima infanzia messi a disposizione di famiglie e dell’intera comunità cittadina.

ITALIA

RTM 50° SPECIAL

Il 12 aprile 1973 veniva firmato l’Atto costitutivo dell’associazione. In occasione del cinquantesimo anniversario della sua fondazione, abbiamo celebrato questo importante traguardo di RTM in due momenti distinti.
Il 12 aprile 2023, in Sala del Tricolore di Reggio Emilia è stato destinato l’archivio storico di RTM al Tavolo Reggio–Africa di ISTORECO.
A fine aprile oltre 200 amici ed ex-volontari provenienti da ogni parte di Italia si sono incontrati presso la sede di RTM. Una giornata ricca di incontri, abbracci, dialogo, confronto e divertimento che ha permesso di rendere speciale questo momento per le tante persone che hanno compiuto un pezzo del cammino di RTM!

Torna all’elenco