BIO
&
EQUO

Obiettivi - Progetto

L'ORIGINE DEL PROGETTO

Nei primi anni novanta RTM ha iniziato a operare a sostegno dello sviluppo del Commercio Equo e Solidale con lo scopo di migliorare le condizioni di vita dei produttori malgasci. Questo primo intervento era rivolto a circa 200 produttori residenti in capitale e nella regione Amoron’i Mania. Visti i buoni risultati conseguiti in termini di formazione professionale, sostenibilità economica e benessere sociale, dal 2005 l’intervento di RTM si è strutturato ulteriormente comprendendo gruppi di produttori in altre regioni e incentivando la gestione sostenibile delle risorse forestali.

 

Contesto

In Madagascar la maggior parte della popolazione vive principalmente di agricoltura di sussistenza, allevamento, pesca, piccole attività economiche informali. Queste occupazioni sono largamente insufficienti a garantire condizioni di vita dignitose.

La situazione è aggravata dal perpetuarsi del tavy, il taglio illegale degli alberi e l’incendio dei terreni per ottenere zone coltivabili. Per questa ragione aumenta l’inaridimento delle terre e la diminuiscono le risorse forestali con conseguenze drammatiche per le famiglie e l’ambiente.

Info Generali - Progetto

INFO GENERALI:

  • Paese: Madagascar
  • 11 Regioni - Analamanga, Vakinankaratra, Analajirofo, Vatovavy Fitovinany, Haute Matsiatra, Amoron’i Mania, Androy, Aloatra Mangoro, Itasy, Boeny e Atsinananana.
  • Durata: febbraio 2009 – dicembre 2014
  • Settori di intervento: commercio equo, agricoltura biologica, riforestazione
Obiettivi - Progetto

L'ORIGINE DEL PROGETTO

Nei primi anni novanta RTM ha iniziato a operare a sostegno dello sviluppo del Commercio Equo e Solidale con lo scopo di migliorare le condizioni di vita dei produttori malgasci. Questo primo intervento era rivolto a circa 200 produttori residenti in capitale e nella regione Amoron’i Mania. Visti i buoni risultati conseguiti in termini di formazione professionale, sostenibilità economica e benessere sociale, dal 2005 l’intervento di RTM si è strutturato ulteriormente comprendendo gruppi di produttori in altre regioni e incentivando la gestione sostenibile delle risorse forestali.

Contesto

In Madagascar la maggior parte della popolazione vive principalmente di agricoltura di sussistenza, allevamento, pesca, piccole attività economiche informali. Queste occupazioni sono largamente insufficienti a garantire condizioni di vita dignitose.

La situazione è aggravata dal perpetuarsi del tavy, il taglio illegale degli alberi e l’incendio dei terreni per ottenere zone coltivabili. Per questa ragione aumenta l’inaridimento delle terre e la diminuiscono le risorse forestali con conseguenze drammatiche per le famiglie e l’ambiente.

Info Generali - Progetto

INFO GENERALI:

  • Paese: Madagascar
  • Località: 11 Regioni - Analamanga, Vakinankaratra, Analajirofo, Vatovavy Fitovinany, Haute Matsiatra, Amoron’i Mania, Androy, Aloatra Mangoro, Itasy, Boeny e Atsinananana.
  • Durata: febbraio 2009 – dicembre 2014
  • Settori di intervento: commercio equo, agricoltura biologica, riforestazione
attivita-progetto-bianco

OBIETTIVO

Il progetto aveva l’obiettivo di sviluppare la filiera della produzione biologica, strutturare la produzione e lo sbocco commerciale dell’equo-solidale, sperimentare una corretta gestione forestale.

attivita-progetto-bianco

OBIETTIVO

Il progetto aveva l’obiettivo di sviluppare la filiera della produzione biologica, strutturare la produzione e lo sbocco commerciale dell’equo-solidale, sperimentare una corretta gestione forestale.

ATTIVITÀ REALIZZATE

  • È stata avviata una gestione forestale sostenibile a Vohidahy attraverso l’accompagnamento e la responsabilizzazione delle comunità locali nell’elaborazione ed applicazione di un piano forestale: conservazione, gestione, arricchimento e rimboschimento delle aree forestali.
  • È stata definita e promossa, tra i produttori locali, una carta dei principi e dei criteri Bio ed Equo: si è proceduto al confronto tra produttori e a numerose sessioni di formazione sui criteri e sulle tecniche di lavorazione adeguate in tutte le regioni target
  • È stata costituita ANCESM – Associazione Nazionale Commercio Equo Solidale Madagascar: primo soggetto malgascio costituito allo scopo di rappresentare i produttori a livello istituzionale e favorire la commercializzazione dei loro prodotti
  • Organizzazione di due fiere nazionali che hanno visto la partecipazione di oltre 29.000 visitatori

FINANZIATORI

  • Conferenza Episcopale Italiana (CEI)
  • Ministero Affari Esteri Italiano (MAE) dal 2008 al 2011

FOTO E VIDEO

icona-4_news_B

NEWS E TESTIMONIANZE

LEBBRA: PREVENZIONE E CURA

Remy Baltieri, in Madagascar per il progetto pilota “Lebbra: prevenzione e cura”, ci ha scritto per raccontarci le prime attività che si stanno svolgendo per sconfiggere questa malattia ancora endemica nel Paese.

ALTRI PROGETTI ATTIVI NEL MONDO

Akamasoa

Paese: Madagascar

L’intervento ha visto la fornitura giornaliera di un pasto equilibrato dal punto di vista nutrizionale per 8.000 bambini in età scolare e questo ha consentito di ridurre il tasso di assenteismo e di abbandono scolastico, migliorando il rendimento degli allievi.

FSD – Formazione, Sviluppo, Diritti

Paese: Albania

ll Progetto ha promosso lo sviluppo socio-economico di comunità rurali svantaggiate dell’Albania settentrionale e del Kosovo sud-occidentale attraverso la valorizzazione dei saperi tradizionali, delle produzioni tipiche locali e del ruolo della donna.

Riqualificazione di Scuole Latine in aree a rischio della Palestina

Paese: Palestina

L’intervento vuole di accrescere la qualità dei servizi educativi prescolari messi a disposizione di famiglie e comunità locali da parte di 4 Scuole Latine ubicate in 4 aree a rischio della Cisgiordania, attraverso la formazione del personale, la riqualificazione degli ambienti scolastici e la partecipazione delle famiglie.