POWER –
PARTNERSHIP
ON WOMEN
ECONOMIC
RIGHTS

Obiettivi - Progetto

L'ORIGINE DEL PROGETTO

Il progetto POWER è nato dalle attività implementate e dai risultati ottenuti dal progetto“REVIVE-Reintegration of Victims of Domestic Violence”

Da una valutazione interna da parte dei partner e dei soci era emerso che i Centri donna hanno espresso un grande apprezzamento ed interesse a consolidare le relazioni e gli scambi con le organizzazioni UE allo scopo di rafforzare le proprie capacità di fornire servizi alle donne vittime di violenza di genere e di gestire progetti. Inoltre, è emerso che le iniziative di sensibilizzazione specifiche nell’ambito della violenza di genere (per es. formazioni) indirizzate ai pubblici ufficiali sono essenziali per la rottura dell’isolamento dei centri antiviolenza e per l’avvio di una cooperazione tra pubblico e privato a un livello locale. Infine, si è concluso che i centri antiviolenza necessitano di rafforzare le proprie capacità per promuovere in modo più efficace i diritti delle donne vittime di violenza in ambito politico

Info Generali - Progetto

INFO GENERALI:

  • Paese: Kosovo
  • Località: intero territorio nazionale
  • Durata: febbraio 2015 – dicembre 2016
  • Settori di intervento: lotta alla violenza di genere
Obiettivi - Progetto

L'ORIGINE DEL PROGETTO

Il progetto POWER è nato dalle attività implementate e dai risultati ottenuti dal progetto“REVIVE-Reintegration of Victims of Domestic Violence”

Da una valutazione interna da parte dei partner e dei soci era emerso che i Centri donna hanno espresso un grande apprezzamento ed interesse a consolidare le relazioni e gli scambi con le organizzazioni UE allo scopo di rafforzare le proprie capacità di fornire servizi alle donne vittime di violenza di genere e di gestire progetti. Inoltre, è emerso che le iniziative di sensibilizzazione specifiche nell’ambito della violenza di genere (per es. formazioni) indirizzate ai pubblici ufficiali sono essenziali per la rottura dell’isolamento dei centri antiviolenza e per l’avvio di una cooperazione tra pubblico e privato a un livello locale. Infine, si è concluso che i centri antiviolenza necessitano di rafforzare le proprie capacità per promuovere in modo più efficace i diritti delle donne vittime di violenza in ambito politico

Info Generali - Progetto

INFO GENERALI:

  • Paese: Kosovo
  • Località: intero territorio nazionale
  • Durata: febbraio 2015 – dicembre 2016
  • Settori di intervento: lotta alla violenza di genere
Contesto

La formulazione di POWER è iniziata nel settembre 2013 e si è conclusa nell’aprile 2014. Un team congiunto ha condotto lo studio di fattibilità e sottoscritto la proposta d’azione. Sono state condotte due fasi di consultazione incentrate sull’individuazione di bisogni/vincoli dei gruppi di destinatari e dei beneficiari ultimi; sulla valutazione delle aree prioritarie su cui effettuare l’intervento; sulla validazione della strategia di intervento. Le consultazioni hanno rivelato una comune e profonda preoccupazione riguardante la situazione economica delle vittime di violenza di genere. Le informazioni raccolte durante lo studio hanno confermato le ragioni di preoccupazione e hanno spinto RTM, KSC (Kosovo Shelter Coalition) e CCAER (Coordinamento Centri antiviolenza della Regione Emilia-Romagna) a lanciare una nuova iniziativa con l’obbiettivo di proteggere e promuovere i diritti economici delle vittime di violenza di genere.

attivita-progetto-bianco

OBIETTIVO

Obiettivo del progetto è stato sostenere l’implementazione del Pillar III – Support Services and Reintegration of Victims – del Kosovo Program against Domestic Violence and Action Plan 2011-2014 a un livello locale.

Nello specifico l’intervento ha inteso rafforzare la cooperazione tra chi difende i diritti delle donne, i decisori politici e i fornitori di servizi a livello municipale per promuovere l’empowerment economico delle donne vittime di violenza di genere.

attivita-progetto-bianco

OBIETTIVO

Obiettivo del progetto è stato sostenere l’implementazione del Pillar III – Support Services and Reintegration of Victims – del Kosovo Program against Domestic Violence and Action Plan 2011-2014 a un livello locale.

Nello specifico l’intervento ha inteso rafforzare la cooperazione tra chi difende i diritti delle donne, i decisori politici e i fornitori di servizi a livello municipale per promuovere l’empowerment economico delle donne vittime di violenza di genere.

ATTIVITÀ REALIZZATE

POWER ha utilizzato un approccio inclusivo e comprensivo basato sul ruolo attivo che hanno le attività in prima linea dei diritti delle vittime di violenza di genere nello sviluppare le capacità e le responsabilità a un livello locale e nel costituire partenariati con le autorità locali e con chi fornisce i servizi (bottom-up strategy).

In particolare il progetto ha:

(1) Consolidare le capacità professionali di 7 organizzazioni di donne che gestiscono centri antiviolenza per quanto riguarda l’offerta di servizi di sostegno economico per le donne vittime di violenza di genere.

(2) Accrescere la sensibilità, partecipazione e contributo da parte dei decisori politici locali e dei fornitori di servizi alle iniziative di sostegno economico per le donne vittime di violenza di genere.

Pacchetto Attività 1
  • Visite studio di gruppo in Emilia Romagna per le organizzazioni di donne destinatarie per uno scambio di buone prassi con il CCAER sull’empowerment economico delle vittime di violenza di genere.
  • Creazione di Sportelli Donna per (potenziali) vittime di violenza di genere gestiti dalle organizzazioni di donne destinatarie.
  • Sviluppo e implementazione di campagne pubbliche per informare (potenziali) vittime di violenza di genere sui servizi offerti dagli Sportelli Donnaa livello locale.
Pacchetto Attività 2
  • Corsi di formazione su advocacy, lobbying e dialogo riguardante le politiche per le organizzazioni di donne destinatarie da parte del CCAER. Corsi di formazione per i decisori politici e fornitori di servizi locali sull’empowerment economico delle vittime di violenza di genere realizzate dalle organizzazioni di donne destinatarie.
  • Organizzazione di tavole rotonde a livello locale da parte delle organizzazioni di donne destinatarie per discutere e influenzare i decisori politici e dei fornitori di servizi nell’adozione di atti concreti nell’ambito dei diritti economici delle vittime di violenza di genere.

FOTO E VIDEO

icona-4_news_B

NEWS E TESTIMONIANZE

MATTEO E’ ARRIVATO IN KOSOVO

Conosciamo Matteo partito per Pristina per lavorare sul progetto PEDAKOS!

IN KOSOVO E’ ARRIVATA ADRIANA

Adriana è arrivata a Pristina per svolgere il suo anno di Servizio Civile!

IL KOSOVO NEL CUORE

Due decenni di presenza di RTM in Kosovo

ALTRI PROGETTI ATTIVI NEL MONDO

Progetto pilota per la presa in carico della lebbra

Paese: Madagascar

Il progetto sperimenta una metodologia attiva per diminuire l’incidenza della lebbra attraverso la diagnosi precoce e la diminuzione della sua trasmissione. Inoltre migliora la qualità di vita e il grado di inclusione sociale, educativo e professionale dei malati. La metodologia adottata è su base comunitaria, in collaborazione con il sistema sanitario pubblico.

RURAL-YOU. Rural Albanian Youth

Paese: Albania

Il progetto è un invito a guardare il mondo rurale dalla prospettiva dei giovani: permette loro di essere consapevoli delle opportunità disponibili in questi settori, di partecipare attivamente alla crescita sostenibile dei propri territori e far valere la propria voce nell’arena pubblica.

Riqualificazione di Scuole Latine in aree a rischio della Palestina

Paese: Palestina

L’intervento vuole di accrescere la qualità dei servizi educativi prescolari messi a disposizione di famiglie e comunità locali da parte di 4 Scuole Latine ubicate in 4 aree a rischio della Cisgiordania, attraverso la formazione del personale, la riqualificazione degli ambienti scolastici e la partecipazione delle famiglie.